venerdì 2 febbraio 2018

I libri di Margherita: Gli occhi della Gioconda


GLI OCCHI DELLA GIOCONDA
DATI EDITORIALI
Titolo: Gli occhi della Gioconda – il genio di Leonardo raccontato dalla Gioconda
Autore: Alberto Angela
Casa Editrice: Rizzoli
Numero di pagine: 349
GENERE DEL LIBRO
Saggio storico-artistico.
LUOGHI DELLA STORIA
Italia, Firenze, casa d’infanzia di Leonardo, Milano, Urbino, Roma, Mantova, varie città minori in cui lavorò e soggiornò Leonardo, Francia, Parigi, Corte, castello reale di Fontainbleau, Clos-Lucé, Amboise e altri luoghi minori.

TEMPO DELLA STORIA
Essendo un saggio, ci sono salti temporali.
La storia segue il corso della vita di Leonardo, “saltando” però a varie epoche storiche per raccontare come fosse l’arte prima del suo genio, ad esempio, o nel futuro per raccontare quello che avrebbe fatto.

PERSONAGGI PRINCIPALI
La Gioconda, Leonardo da Vinci, Lisa Gherardini, Giorgio Vasari, Francesco del Giocondo, Pacifica Brandani, Isabella d’Este, Giuliano de Medici, Ippolito de Medici, papa Leone X, Francesco I di Francia, Ludovico il Moro, Isabella di Gonzaga, Raffaello, Botticelli, Michelangelo, Pinturicchio, Ghirlandaio, Perugino e altri personaggi minori .

SINOSSI
Tutti conosciamo la Gioconda, probabilmente il dipinto più famoso al mondo, e tutti sappiamo chi ritragga: Monna Lisa Gherardini, moglie del mercante fiorentino Francesco del Giocondo.
Una verità universalmente riconosciuta, basata sulle parole dello storico Giorgio Vasari, che nelle Vite affermò proprio ciò.
Perché non credergli?
Eppure… c’è qualcosa che non torna.
Con le sue testuali parole: «Gli occhi presentavano quell’aspetto lucido e umido che si vede dal vero; e attorno a essi c’erano quelle venature rosse e i peli che si possono dipingere solo con grande perizia. Le ciglia non potevano essere più naturali: sembravano nascere dalla carne, erano ora più rade e ora più folte e si orientavano secondo i pori della pelle. Il naso pareva vivo con quelle narici rosee e morbide. La bocca dava proprio l’impressione della carne. E chi guardava con attenzione nella fontanella della gola aveva come l’impressione di scorgere il battito del cuore».
Quindi la donna descritta dal Vasari aveva ciglia, sopracciglia e una fontanella sulla gola… ma la celeberrima Monna Lisa non ha nessuno di questi dettagli.
E… se per cinquecento anni ci fossimo sbagliati?
Se non fosse Lisa Gherardini la donna del ritratto?
Se il Vasari si fosse sbagliato, o meglio, noi ci fossimo sbagliati per tutti questi secoli?
Cosa e soprattutto chi si cela dietro quegli occhi neri e quel sorriso ironico, appena accennato?
In un viaggio emozionante e fuori dal tempo che ci porta indietro di cinquecento anni, nella splendida e fiorente Italia rinascimentale, scopriamo i segreti del quadro più famoso del mondo.
E se alla fine fosse un bambino passato inosservato per cinquecento anni, un bambino con occhi neri e un sorriso enigmatico, a svelarci un mistero rimasto sepolto per ben cinque secoli?
Monna Lisa di enigmatico non ha solo il sorriso… chi è davvero?

COMMENTO PERSONALE
Questo libro mi è piaciuto moltissimo.
E’ intrigante, emozionante, affascinante.
Mi ha incantata da subito.
Ho imparato molte cose che non sapevo, non solo sulla Gioconda o Leonardo in generale, ma sul Rinascimento, che non sapevo.
Nonostante sia per adulti, è scritto con il linguaggio chiaro e relativamente semplice che caratterizza l’autore, di cui tra l’altro adoro i documentari e le trasmissioni, oltre che i saggi.
È dotto e molto accurato, ma scorrevole e piacevole come un romanzo.
Fa luce su un mistero intrigante, svelando segreti e sfatando miti, fino a giungere, forse, alla verità.
È stato molto affascinante: come nel più coinvolgente dei best seller non sono riuscita a metterlo giù fino all’ultima pagina.
Mi è piaciuto veramente molto: credo che sia una lettura edificante, costruttiva e colta adatta a tutti quelli che hanno voglia di non leggere solamente romanzi, ma di impegnarsi in qualcosa di più culturale.
Alberto Angela si è rivelato anche un bravissimo scrittore.


Con questo post partecipo al  "Venerdì del libro" di "HomeMadeMamma".

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...