venerdì 6 ottobre 2017

I libri di Mariangela: James e la pesca gigante

JAMES E LA PESCA GIGANTE

DATI EDITORIALI

Titolo: James e la pesca gigante
Autore: Roald Dahl
Casa Editrice: GLIstrici
Numero di pagine:176    

GENERE DEL LIBRO
Fantasy

LUOGHI DELLA STORIA
Casa delle zie, giardino delle zie, pesca, oceano, New York

TEMPO DELLA STORIA
Tre giorni circa

PERSONAGGI PRINCIPALI
James, zia Stecco, zia Spugna, Grande Cavalletta Verde, Coccinella, Millepiedi, Lombrico, Signorina Ragno, Baco da Seta, lucciola, vecchietto.  

TRAMA
James Henry Trotter abita felice insieme ai suoi amatissimi genitori, in Inghilterra.
Un giorno i genitori di James vanno a Londra ma sono sbranati da un rinoceronte feroce fuggito da uno zoo.
Questo orribile fatto accade quando James ha solo quattro anni.
Il bambino è costretto ad andare a vivere con le sue perfide zie su una collina.
Zia Stecco è alta, brutta e magrissima, zia Spugna bassa, bruttissima e grassissima.
Le due zie sono terribili con James: lo picchiano per niente, sono sempre arroganti, lo considerano come uno schiavo e lo chiamano con nomi offensivi.
Zia Stecco e zia Spugna non fanno mai uscire il povero bambino fuori dal giardino.
Passano tre anni dalla morte dei genitori, che James ha passato più infelicemente che mai.
Un giorno d’estate  il bambino viene trattato nuovamente male dalle zie, si mette a piangere e va fra degli ulivi del giardino.
Mentre piange, incontra un vecchietto misterioso che gli dà tantissimi, magici granellini verdi che gli faranno accadere cose incredibili.
Devono essere messi perfettamente tutti dentro una caraffa d’acqua e bevuti.
James, mentre corre in cucina, inciampa e fa cadere i granellini nel terreno, che li ingoia.
In un attimo la sua speranza di una vita felice svanisce del tutto.
Il giorno  dopo, il giovane e le sue zie trovano appesa a un vecchissimo pesco che non fa più frutti da anni una grossa e succosa pesca.
La pesca cresce a vista d’occhio!
Cresce, cresce, cresce fino a che non diventa grande come una casa.
Le due avide zie mettono subito in mostra la pesca, che fa guadagnare loro tantissimi soldi.
Una sera, le due ordinano a James di riordinare il giardino dalle cartacce lasciate dai visitatori.
Mentre pulisce, James, non resiste a mangiare un po’ di pesca.
Fa una galleria che arriva fino al nocciolo.
Arrivato al nocciolo trova una  porticina, la apre, e trova una cosa incredibile: dentro il nocciolo abitano degli insetti grandi come persone!!!
James li conosce e trova che siano molto simpatici: c’è la Grande Cavalletta Verde, che è molto saggia e bravissima a suonare, il Millepiedi che è buffo ed egocentrico, il Lombrico, che è cieco e pessimista, la Coccinella, che è dolcissima, la signorina Ragno, dolce e laboriosa,  il Baco da Seta, molto pigro e la lucciola che illumina il nocciolo.
Ora James capisce: gli insetti hanno ingoiato i granellini verdi, e lo hanno fatto anche le radici del pesco.
Tutti desiderano andare via da questo brutto posto, allora fanno tagliare al Millepiedi il punto in cui la pesca è attaccata all’albero .
Così la pesca rotola giù per la collina e schiaccia a morte zia Stecco e zia Spugna.
Mentre rotolano, per sbaglio la pesca finisce in mare e tutti rischiano di essere mangiati dai pescecani.
Per fortuna il bambino ha avuto un’idea: il Baco da Seta e la signorina Ragno tesseranno tantissimi fili che attaccheranno ai gabbiani usando come esca il Lombrico, così riusciranno a volare!
Il piano di James ha funzionato, ci sono cinquecentouno gabbiani attaccati
alla pesca, che sta volando alta nel cielo e poi il Lombrico è sano e salvo.
Passano due giorni, e gli otto hanno vissuto tantissime avventure, se la sono pure vista con degli Uomini Nube infuriati!
Ora sono arrivati a New York.
Purtroppo, però, sono atterrati troppo velocemente e la pesca è finita trafitta sulla punta dell’Empire State Building.
Tutti pensano che gli insetti giganti siano alieni cattivi, però James riesce a convincerli che siano buoni.
James offre a tutti i bambini di New York un po’ di pesca gigante.
Alla fine rimane solo il nocciolo della pesca, che diventa un monumento da visitare e la casa di James, diventato un personaggio famoso.
Tutti gli altri hanno trovato una sistemazione di loro gradimento: la Grande Cavalletta Verde è diventata un musicista famosissimo, il Millepiedi è diventato il vicepresidente di una fabbrica di stivali, il Lombrico, dato la sua bellissima pelle, fa pubblicità in televisione di prodotti di bellezza per donna, il Baco da Seta e la signorina Ragno hanno imparato a produrre filo di nylon per danzatori sul filo, la lucciola è diventata la lampadina per la fiaccola della statua della libertà, facendo risparmiare molto a New York, la coccinella, che  ha sempre avuto paura degli incendi, ha sposato il Capo dei Pompieri, con cui vive felice e contenta.

COMMENTO PERSONALE
Questo libro mi è piaciuto molto, infatti me lo immaginavo dato la mia passione per i libri di Roald Dahl.
È molto divertente anche se non ho apprezzato molto le canzoni del Millepiedi.
Ho trovato che dietro il libro, l’autore, abbia fatto ricerche approfondite sugli insetti: mi ha fatto scoprire cose che non sapevo.



Con questo post partecipo al  "Venerdì del libro" di "HomeMadeMamma".



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...